Accedi al sito
Serve aiuto?

Stalla attiva- pensione cavalli

Il Centro è gestito seguendo le regole della "Stalla Attiva" per garantire il benessere e l' equilibrio psico-fisico dei cavalli. Questa gestione cerca di riprodurre e stimolare le necessità primarie e naturali del cavallo: il branco, la socializzazione, il gioco, cibo e acqua sempre a disposizione (senza orari fissi), il movimento costante, la vita all'aria aperta, esposizione naturale al cambiamento climatico.
Nelle aree dedicate ai cavalli si trova anche un corso d'acqua dove gli stessi possono rinfrescarsi nei periodi estivi e bagnarsi i piedi, favorendo l'elasticità e la crescita dell'unghia.
La diversa dislocazione di fieno ed acqua stimola i cavalli al movimento.

Prima dell'inserimento in branco il cavallo (neo- arrivato) rimane per qualche giorno nei larghi paddock adiacenti ai campi dove vive il branco, in modo tale che i cavalli possano familiarizzare tra di loro.  

    

Il cavallo "scuderizzato" è vincolato alle scelte dell'uomo e a quanto lui decide su cosa può fare o non può fare il cavallo. Da qui nascono molto spesso vizi e alterazioni del comportamento nel cavallo, dovute al suo meccanismo di adattamento. La noia, il poco movimento, gli spazi ristretti e la mancanza di vie di fuga, creano forti frustrazioni nel cavallo. 

Al contrario, il cavallo nel branco e quindi in libertà, divide il suo tempo in alcune attività principali: nutrirsi, gioco, scoprire cose nuove, riposo. Il cavallo è libero di gestire queste attività nei tempi a lui più consoni ( rispetto anche alle gerarchie del branco). Non ci sono vincoli dati dall'uomo, associati a gesti, tempi o metodiche varie. 

Il cavallo inoltre ha una forte predisposizione al contatto sociale, quindi in libertà egli ha modo di esprimersi e trovare il proprio ruolo nella "famiglia" branco. In qualsiasi momento il cavallo comunica con gli altri suoi simili e si sviluppano tutte le dinamiche della vita sociale. 

Un altro fattore molto importante per l'equilibrio psico-fisico del cavallo è la possibilità di trovare cibo tutti i momenti che il suo cervello lancia l'impulso, quindi durante tutta la giornata. Il cavallo scuderizzato non potendo soddisfare questi impulsi attiverà dei meccanismi come il mordere le porte dei box, mangiare la lettiera, rosicchiare i pali dei paddock, ecc..

Ciò che influenza maggiormente la vita dei cavalli è la possibilità di contatto con i propri simili e la disponibilità per tutta la giornata di fieno. 

La struttura sociale del branco è caratterizzata da ruoli non rigidi ma intercambiabili. E' necessrio che lo spazio a disposizione per il branco sia ricco di stimoli e ben gestito per stimolare anche il suo movimento. 

Il cavallo in stalla attiva è stimolato al continuo movimento: questo è dato dalla diversa dislocazione di fieno, acqua, sale, prato in erba, pozza d'acqua per rinfrescarsi, stimoli aggiuntivi disloccati in punti strategici (cortecce, punti per potersi sdraiare o grattare, sabbia,frutta e verdura sistemati in luoghi accessibili, ecc..) . 

Tutti i cavalli nella nostra gestione di stalla attiva sono scalzi!