Accedi al sito
Serve aiuto?

equitazione per diversamente abili

I nostri tecnici EDA - SEF Italia- sono a disposizione di tutti i ragazzi con abilità differenti che vogliono approcciarsi al magico mondo dell'equitazione ed instaurare un rapporto di amicizia e gioco con i nostri cavalli e asini. 

Cosa vuol dire EDA?

l' Equitazione per Diversamente Abili, nasce dalla sempre più crescente richiesta da parte delle istituzioni, dalle famiglie, dai ragazzi stessi, di un attività che si concentri sul miglioramento del benessere personale, attraverso lo svago ed il divertimento, tralasciando quindi, per un momento, l’aspetto terapeutico che caratterizza ogni altra loro attività quotidiana. Questa disciplina non prevede finalità terapeutiche a differenza dell’Ippoterapia, in quanto non ne prevede lo staff, solitamente composto da medici, terapeuti e psicologi.

E' indicata per bambini e adulti con difficoltà motorie (temporanee o permanenti), e in generale per disabili fisici e psichici.  La relazione tra l'atleta ed il cavallo mira a restituire l' autostima, conferire sicurezza, capacità relazionale e, permette di stimolare abilità psicologiche e motorie perse a causa dello stato di sofferenza.

 

I tecnici insegnano agli allievi il primo contatto con il cavallo: il pelo morbido e caldo, il respiro tranquillo, l'imponenza del nuovo amico, aiuta i ragazzi a rilassarsi e stimola in loro sensazioni piacevoli. Il Governo da terra (elementi base come utilizzo della striglia, del bruscone per esempio) è il primo approccio per entrare in empatia con il cavallo. Successivamente, l'andatura al passo, trasmette una serie di stimoli  che agiscono sull’equilibrio dell’allievo sia da fermo che in movimento.

 

L’ allenamento/lavoro verrà preparato dai tecnici/istruttori qualificati ed avrà l’obiettivo di sviluppare l'intero quadro psico-motorio dell’allievo.

 

Uno degli scopi dell’Equitazione per Diversamente Abili è quello di  formare atleti con abilità differenti nell’ambito del mondo equestre. Trattandosi comunque di un attività sportiva, garantisce anche uno sviluppo fisico e motorio e la possibilità di vivere qualche ora in ambienti  rilassanti, a contatto con la natura, divertendosi in compagna del cavallo e del proprio tecnico/ istruttore!

 

 

Collaborazioni:

SEF ITALIA da oltre due anni collabora ed ha un protocollo d’intesa con l’Università degli Studi di Firenze, tramite la Prof. Anna Pasquinelli del Dipartimento di Scienze Neurologiche e Psichiatriche (illustre figura nel campo della medicina neuro psichiatrica infantile e nel mondo della Riabilitazione Equestre a livello europeo) e con l’Associazione “LAPO” ONLUS.